lunedì 27 marzo 2017

Torta al caffé di Laura




       Questa buonissima torta è stata pubblicata nel lontano 2009 da Laura, meglio conosciuta come Mamma Bionica e la trovate qui. Poi è arrivata Paoletta e ne ha fatto una sua versione a forma di plum-cake con salsa al cioccolato e potete vederla qui. Io l'ho sempre trovata fantastica, ma non l'ho mai fatta!




        Il fatto è che non amo molto i dolci da colazione e ho sempre rimandato la sua esecuzione fino a dimenticarmene completamente. Con l'arrivo della primavera si è anche presentata l'esigenza di perdere 2 o 3 chili, ma non ce la faccio, niente, nisba, caput! Io ingrasso in primavera anziché in inverno quindi, tanto vale rassegnarsi... e pensare che ho anche rinunciato alle zeppole il giorno di S. Giuseppe (ancora non ci credo...). E dunque, una volta stabilito che non era tempo di dieta, mi sono accorta di avere voglia di qualcosa di semplice ma buono e allora, che fare? Come d'incanto mi è tornata in mente questa torta e in men che non si dica l'ho realizzata! Eccola.




Ve la scrivo così come l'ha pubblicata Laura. Poi vi dico le mie piccole modifiche

Torta al super caffè
200 g zucchero 
 3 uova medie 
150 g farina 00 
100 fecola 
 10 g di lievito (non un grammo di pù né uno in meno)
una caffettiera di caffè per due
100 g di burro
40 g di olio di mais
caffè solubile a piacere (io ne ho usati 4 cucchiaini colmi).

Sbattete i tuorli con lo zucchero e un goccio di caffé, poi sempre montando unite il burro fuso raffreddato. Incorporate setacciati la farina, la fecola e il lievito e piano piano mescolate con il caffé ormai freddo nel quale avrete sciolto, quando era caldo, il caffé solubile: lo specifico perché capita che usando il caffé solubile di alcune marche non si sciolga quasi mai per intero e allora non è proprio simpatico l'effetto.Sempre nello stesso bicchiere nel quale immagino avrete versato il caffé avrete pesato l'olio (per non usare due bicchieri: odio sprecare energie, ho già troppo disordine in casa, e poi faccio già troppa fatica a far entrare la roba in lavastoviglie ).

Alla fine unite delicatamente gli albumi e versate nella tortiera da 24 cm.





Le mie modifiche:

  1. Ho sostituito il burro e l'olio di mais con 120 ml di olio d'oliva
  2. Ho messo la bustina di lievito intera :DDDDD
  3. Ho tagliuzzato circa 50 g di cioccolato fondente e l'ho messo sull'impasto appena versato nello stampo. Mescolato un po' e in forno
Note:
  1. La prossima volta ci faccio una salsa al cioccolato come ha fatto Paoletta qui ed evito il cioccolato all'interno
  2. Sempre la prossima volta diminuisco la dose di caffè solubile, 2 cucchiaini anzichè 4
  3. Devo anche ricordarmi di usare lo zucchero muscovado che col caffè ci sta bene ;)

Alla prossimaaaaaa!!!!

 


mercoledì 22 marzo 2017

Farfalle ai Peperoni


           Come avrete notato, se vi trovate a passare ogni tanto da queste parti, sto pubblicando poco e questo non per la solita apatia da scrittura che sopravviene in primavera, ma perché sto proprio cucinando poco :))) Insomma, l'indispensabile, le cose solite di tutti igiorni.

              E infatti oggi vi propongo un piatto molto semplice, piuttosto veloce da preparare e buono. Il gusto é delicato. É una pasta con crema di peperoni di cui c'é giá una versione qui, ma diversa




Penne con tonno e peperoni

Per 2 persone 
  • Ho soffritto 2 peperoni gialli con olio, aglio e peperoncino, sale e pepe
  • Li ho lasciati stufare e appena raffreddati li ho passati al passaverdure
  • Ho rimesso in padella e ho aggiunto una scatoletta di tonno e una manciata di parmigiano
  • Lessata la pasta (farfalle) e saltata nel sughetto
Buon appetito!

domenica 12 marzo 2017

Panzerotti, altra ricetta

        Una ricetta di panzerotti é giá presente in questo blog e la trovate qui, anche se, alla fine, si tratta di mescolare farina acqua e lievito e andare a sentimento :)) Avevo giá provato a farli con la semola con un risultato scadente, ma mi ero ripromessa di riprovarci perché in quel caso avevo optato per una lievitazione veloce che, per la semola, non va bene.




Qualche tempo fa mi sono imbattuta in una bella ricetta in uno dei soliti gruppi fb cucinieri, e ho voluto provarla, eccola qua

Panzerotti di Enza Falco

300 gr semola
250 farina 00
150 latte 150 acqua tiepida 3 cucchiai di olio evo
2cucchiaini di zucchero
10 gr sale
1 lievito di birra  1 cubetto ( io ne ho messo di meno)
Nel boccale latte acqua zucchero olio e lievito 1 min vel 2
Unire le farine impastare 4 min vel spiga
Mettere l impasto in una coppa grande dopo averlo leggermente lavorato con le mani
Coprire con pellicola è sopra un canovaccio
Mettere nel forno spento per 2 h a lievitare
Dopo le due ore il panetto risullta bello gonfio e soffice messo video
Formare palline e fare lievitare ancora per 1 h
Stendere con mattarello e riempire i panzerotti a vostro piacere

NOTE: Ho copiato la ricetta così come l'ho presa da fb, ma io ho messo 5 grammi di livito di birra e fatto lievitare tutta la notte in frigo. Al mattino togliere dal frigo, preparare le palline, farle lievitare e farcirle con sugo di pomodoro e mozzarella. Per vedere il procedimento, qui ci sono i fotogrammi ;)




         Bé, la domenica é quasi finita e io vi auguro un buon inizio di settimana!

martedì 7 marzo 2017

La Colomba mono impasto di Paoletta




        Breve post oggi, solo qualche foto, per farvi vedere questa Colomba preparata l'anno scorso.




      La ricetta è di Paoletta di Anice e Cannella, ma non la trovate sul suo blog




      Questa ricetta è infatti stata pubblicata sul gruppo facebook di Paoletta l'anno scorso e ha avuto un grande successo, così come il panettone mono impasto

domenica 5 marzo 2017

Gugelhuupf di sua maestá 2



          Questa ricetta é giá presente su questo blog e la trovate qui. Quando lo feci la prima volta mi piacque moltissimo e pensai che fosse addirittura più buono di un pandoro buono ;) Lo rifeci, ma ancora non avevo provato la versione intera, quella con 12 ruorli! Ebbene si... ci saranno problemi di salute... :D




         Ma bando alle ciance ed eccovi la ricetta. Alla fine però scriverò delle annotazioni perché ho sbagliato una cosa

Gugelhupf di sua maestá 2
150 g di burro
12 tuorli
250 g di farina
25 g lievito di birra (le note alla fine riguarderanno proprio il lievito)
80/100 g zucchero
40/50 ml di latte
Buccia di arancia e di limone grattugiata


giovedì 2 marzo 2017

Panbriacone casalingo



       Qualche anno fa le lodi del Panbriacone cominciarono ad essere decantate su internet. Lo produceva la ditta Bonci e, per chi non lo poteva assaggiare era un gran tormento. Poi questo magnifico dolce é arrivato anche in terronia e la sottoscritta ha potuto apprezzarne le qualitá. Ma quest'anno che succede? Ebbene, su uno dei tanti gruppi facebook la signora Gianna Faggioli proprone la ricetta casalinga di questo dolce squisito e io, ovviamente, l'ho provata!




       Vi dico subito che, rispetto alla ricetta che copierò qui sotto, ho apportato 2 modifiche:
  1. Ho usato una biga fatta con qualche grammo di lievito di birra anziché il lievito madre. Sto panificando poco e l'ho fatto fuori ;)
  2. Nella ricetta é scritto di preparare l'impasto e mettere subito nello stampo a lievitare tutta la notte, quindi infornare. Io ho preferito fare le 2 lievitazioni, quindi la pasta ha lievitato la notte e al mattino ho formato e messo nello stampo





Ed ora finalmente ecco a voi la ricetta

Panbriacone casalingo proposto da Gianna Faggioli (riporgo le sue parole, per le modifiche vedi sopra

Questa è la ricetta che più si avvicina a quella dei fratelli Bonci che rimane" segreta" .
Panbriacone
Ingredienti
350 g di manitoba
90 g di lievito madre
110 g di burro morbido
120 g di zucchero
200 g di latte intero
1 uovo e 2 tuorli
I semi di mezza stecca di vaniglia
80 g di uvetta
Mezzo bicchiere di passito
La scorza grattugiata di un limone
Un pizzico di sale
Procedimento
Mettere a bagno l' uvetta nel passito per 30 minuti.
Lavorare con una frusta lo zucchero, la scorza grattugiata del limone e il burro morbido. Sciogliere il lievito nel latte tiepido e versarlo nel composto, aggiungere poi le uova, la farina setacciata e continuate a lavorare bene il tutto. Infine aggiungere la vaniglia, l' uvetta e il passito nel quale è stata ammorbidita, il sale e lavorare fino a far diventare elastico l' impasto,dopodiché metterlo in uno stampo da panettone o da plum cake e far lievitare circa 12 ore, fino al raggiungimento del bordo della teglia. Infornare in forno preriscaldato a 180 gradi per circa 45 minuti.




Questo dolce é favvero squisito, mi é piaciuto moltissimo. Lo rifarò certamente ma lo bagnerò con uno sciroppo liquoroso, come effetgivamente deve essere ;) Ovviamentevi terrò aggiornati!

        Felice serata a tutti!

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...