domenica 28 agosto 2016

Fichi e limoni caramellati

     

            La ricetta dei fichi caramellati l'ho già scritta qui e in quel post potrete trovare anche altri link per farne delle versioni diverse. Ma una variante che mi incuriosiva molto provare era quella dei fichi coi limoni. La ricetta è sul bellissimo blog di Ilaria, che vi consiglio di andare a vedere.

mercoledì 10 agosto 2016

Tiramisú

         Non preoccupatevi... non ho certo intenzione di darvi la ricetta del tiramisú... ognuno lo fa come preferisce, é troppo semplice! Io vado sempre a occhio, quando lo preparo, cioè una volta ogni 5 o 6 anni ;))) L'unico elemento certo é il mezzo chilo di mascarpone, per il resto le variabili sono infinite.




       Per il numero di tuorli mi regolo sulla loro freschezza e grandezza. Se decido di inserire qualche albume controllo prima se ce ne sono già troppi congelati e improvviso... Per quanto riguarda lo zucchero vario dai 3 agli 8 cucchiai, quello dipende dal mio peso e se ho deciso di perdere qualche chilo :))))) Lo stesso dicasi per la presenza o meno di panna, ma devo dire che il piū delle volte non è contemplata.

         Ecco dunque che un altro elemento costante della preparazione, oltre al mascarpone, è il fatto che cerco di pasrorizzare i tuorli perchè davvero... detesto mangiare uova crude!!!




Quindi l'altro giorno ho proceduto così
Per la crema
500 gmascarpone
 5 tuorli e 2 albumi
6 cucchiai di zucchero

Per completare
1 pacco di savoiardi più qualche altro
Abbondante caffè non troppo zuccherato mischiato a un po' d'acqua

  • Mettete tuorli e albumi in una ciotola capiente
  • Fate uno sciroppo con lo zucchero e poca acqua e versatelo sulle uova mentre montate
  • Completate la crema unendo il mascarpone
  • Preparate il dolce imbibendo i savoiardi nel caffè annacquato e alternando strati di crema e biscotti

       Mangiate dopo qualche ora. Buona serata a tutti!

martedì 9 agosto 2016

Beghine e Begardi

      Ne avevate mai sentito parlare?
Io no, finchè, qualche mese fa, mi sono imbattuta in loro leggendo i fumetti di DAGO. Amo molto queste storie ambientate nell'Europa rinascimentale su cui aleggiava l'ombra di Solimano! E Dago il giannizzero, il rinnegato, si muove tra i vari popoli incontrando personaggi strani e partecipando a guerre e battaglie di cui siamo informati nei minimi dettagli!!


Ma l'avventuriero ogni tanto si ferma e, in questo fumetto di giugno 2014, lo ritroviamo in un villaggio nella regione di Sandevoerde (Paesi Bassi) dove avrà a che fare proprio con le Beghine.

       Ma chi sono queste donne?
Pare che nel 1280 Matilde di Magdeburgo si sia rifugiata nel convento di Hefte per le sue idee mal tollerate dal clero. Ebbe delle seguaci e si chiamarono beghine per il colore beige delle loro vesti povere. Credevano che non servissero intermediari nel rapporto con dio e quindi erano contrarie alla gerarchia clericale.


     Ferventi intellettuali, tradussero i Vageli dal latino alle lingue volgari e misero le basi per le lingue francese, tedesca e fiamminga. Tra loro Beatrice di Nazareth che scrisse Sette gradi dell'Amore o Margherita Porete autrice de Lo specchio delle anime semplici e per questo condannata al rogo...

Scrivevano, traducevano, insegnavano ai bambini e si dedicavano anche alle opere di carità. Tutto questo lo apprendo dal fumetto. I begardi, gli uomini, arrivarono dopo, ma non ci interesseremo di loro in questa sede ;)

      Erano considerate eretiche perché, nonostante aiutassero i poveri, non erano ben viste in quanto libere! D'altronde (è scritto in una didascalia) cos'è una donna libera se non un'eretica?

     Tutto questo lo apprendo nelle prime pagine di un fumetto... poi la storia va avanti. Curiosa mi fiondo su Wikipedia per saperne di più e che ci trovo? Noia... pie donne paragonabili alle suore di clausura che operarono in Belgio e si dedicarono alle opere di carità.. ma perché? Mi spiego meglio... Se andate a questo link troverete molte più informazioni di quelle che vi ho dato io su queste donne.. nomi, luoghi, storia... ma manca il patos sul loro essere delle intellettuali! Ma davvero ancora oggi fa strano parlare di donne come esseri pensanti? a quei livelli, per giunta...  Non aggiungo altro, se l'argomento v'interessa informatevi, partite dai miei link e navigate... Buona lettura!!

lunedì 1 agosto 2016

Brioches con gelato

      Breve post semplicemente per farvi partecipi della mia merenda di ieri pomeriggio!



     Avevo una gran voglia di gelato con un bella brioche così, in mattinata, ne ho comprato un chilo di quello artigianale... buono...


 


domenica 31 luglio 2016

Melanzane ripiene di Riso


         Ci sono ricette che, davvero, non ha senso pubblicare su un blog. E questo non perché siano particolarmente difficili, o strane, o troppo semplici..... ma perchè le facciamo tutti, in modi diversi, con aromi diversi, con quel segreto che neanche sveliamo e che fanno parte della nostra tradizione di casa.

          Le melanzane ripiene sono uno di questi piatti. Mia madre le ha sempre ripiene col riso, sono più leggere... mail punto non é quello! Sebbene ne abbia mangiate di migliori (una volta piccole, ripiene di carne e fritte, uno sballo unico!) ebbene.. niente.. non c'é niente da fare! A casa si continuano a fare col riso!




       Il metodo é il solito: si svuotano le melanzane e si tagliano a tocchetti, si salano e dopo un po' si strizzano. Soffriggete ora i tocchetti di melanzana in olio e aflio e fate raffreddare.

       Aggiungete quindi formaggio grattugiato (quello che preferite), le uova necessarie, i capperi sacrosanti e il riso lesso avanzato il giorno prima, altrimenti vi toccherá lessarlo mentre strizzate le melanzane ;)

       Farcite ora le melanzane svuotate (mia madre le lessa, io no) e coprite con abbondante sugo, di quelli semplici, fatro con pomodoro di stagione.

         Mangiate oggi, sempre ottime!

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...