giovedì 27 aprile 2017

Pasta con piselli feta e yogurt di Ottolenghi



    Yotam Ottolenghi é uno dei cuochi più amati del momento. La sua cucina é semplice, speziata e ottima!. Con tendenze per lo più vegetariane, si rifá all'antico per ottimizzare il moderno... direi successo meritato 😉

       Di lui avevo provato alcune ricette tra quelle che potete leggere su questo interessante post di Francesca Spalluto su Coquinaria, ma non sono documentate sul blog 😯 ergo, andate a vedere le meraviglie di Franci 😉😉




La pasta che vi propongo oggi é diventata un tormentone su Fb da qualche mese! Non so chi l'ha preparata per prima, io di certo l'ho vista da Dauliana e poi da Mariella e ve la ripropongo.

Pasta con feta, piselli e yogurt (per 6 persone)
500 ml yogurt denso (se non avete il greco fate scolare uno normale)
150 ml olio oliva
 4 spicchi d'aglio
500 g piselli, freschi o surgelati
500 g pasta, conchiglie o farfalle
 60 g pinoli
 40 g basilico
240 g feta
Peperoncino
  • Frullare 90ml di olio con yogurt, aglio e 100 g di piselli
  • Soffriggere l'altro olio con pinoli e peperoncino
  • Cuocere la pasta e a 5 minuti dalla fine della cottura aggiungere i restanti piselli
  • Scolare la pasta e versarla poca alla volta in una coppa con la salsa di yogurt, per non fare impazzire lo hogurt col calore
  • Aggiungere il basilico tritato e la feta sbriciolata e completare coi pinoli in olio e peperoncino
Piatto squisito!




 Io ne ho fatta mezza dose per 2, ma era decisamente troppa!

NOTE: siccome mio figlio non ama i piselli, la seconda volta che ho preparato questo piattonon ho messo quelli interi che cuociono con la pasta e ho aumentato a occhio la dose di quelli frullati 😀😀 Il piatto é venuto più verde e forse più buono 😉

martedì 25 aprile 2017

Osterbrot/Pane Pasquale

       Girovagando su you tube alla ricerca di focacce pasquali, mi sono imbattuta in questo pane dolce ricco di mandorle e uvetta. Mi ha attirata subito, mi sembrava saporito e allo stesso tempo leggero. Fatto e confermata la sua bontá. A fine post metto il link al video di you tube 😉



Osterbrot
700 g di farina
 42 g lievito (ne ho messi 10 g)
100 g di burro
200 ml di latte
100 g zucchero
  2 uova
Aroma mandorla/aroma vaniglia
Un giro di olio di oliva

100 g di uvetta
 50 g mandorle tritate

Per la decorazione
 1 uovo
Mandorle a lamelle



  • Fare un lievitino con il lievito, un po'd'acqua e poca farina
  • Impastare tutti gli ingredienti (tranne la frutta secca) e mettere a lievitare (io ho fatto lievitare gutta la notte in frigo avendo messo meno lievito)
  • Al mattino dividere l'impasto in 2 e formare 2 filoni
  • Fare dei tagli laterali e far lievitare
  • Pennellare con l'uovo battuto e decorare con le mandorle a filetti
  • Infornare a 180° per circa 30', io a 150° perché il forno é ventilato




Ho fatto i tagli dopo la lievitazione e ho sbagliato perché i pani non si sono aperti ulteriormente come si vede nel video 😯😯

        Non ho foto delle fette ma, come potete immaginere, hanno un'alveolatura fitta.

         Siccome il pane era troppo, l'ho congelato a fette giá sapendo che lo mangerò tostato con burro e marmellata 😁

 P.S: questo é il nuovo blog. Siccome sono solo agli inizi obni tanto ve lo ricorderò 😉 Caffé letterario



lunedì 24 aprile 2017

Lenticchie con peperoni e pomodori



        Sono in ritardo di 3 o 4 ricette e avrei dovuto pubblicare quelle. Ma oggi ho preparato queste lenticchie e mi sono piaciute talmente tanto che, dopo aver scattato l'ultima foto a tavola, ho cominciato a scrivere. Ricetta tratta dal meraviglioso libro di Claudia Roden dove le sezioni verdere e legumi sono talmente ricche che i vegani ci sguazzerebbero. Ergo, non lasciatevelo scappare 😉




(Vi do le dosi precise della Roden, ma io sono andata a occhio perchè ho fatto una piccola dose, solo per me)
Lenticchie con pomodori e peperoni
500 g di lenticchie
3 o 4 cucchiai di olio
 1 grossa cipolla tritata
 1 peperone verde tritato ( io lo avevo rosso)
1 o 2 peperoncini rossi tritati finemente (non li avevo e ho messo peperoncino in polvere)
 5 pomodori
 1 mazzetto di coriandolo (io prezzemolo)
sale e pepe




  • Tenere le lenticchie a bagno in acqua per almeno un'ora (io 2), quindi scolarle e cuocerle regolarmente (io le ho cotte con alloro e aglio e le ho salate, ma non troppo)
  • Far appassire la cipolla nell'olio, aggiungere i peperoni e dopo un po' i pomodori spellati e affettati, quindi le lenticchie scolate
  • Cuocere per circa 20' (io meno perché la quantità era davvero esigua), salare, pepare e aggiungere il prezzemolo
Io ho aggiunto prezzemolo ed erba cipollina a fine cottura, nel piatto, perché non volevo che perdessero freschezza. Molto buono e gustoso, adatto per l'estate che verrà.

NOTA: credo che starebbe molto bene con del riso basmati o integrale, una piccola quantità a mo' di insalata.




Felice serata a tutti voi che passate da qui

mercoledì 19 aprile 2017

Casatiello

         Lo so bene, avrei dovuto pubblicare questa ricetta prima di Pasqua, ma non é stato possibile perché ho preparato il casatiello soltanto sabato pomeriggio per cuocerlo domenica mattina, il giorno di Pasqua e portarlo tiepido dai miei ospiti 😉

         In realtà, per quanto riguarda l'impasto, si tratta di fare una pasta da pane arricchita con strutto. E' una ricetta che serve da svuota-frigo, ognuno fa come crede. Io ho seguito più o meno le indicazioni di questo video, di seguito il procedimento.




Casatiello
500 g farina 0
 1 cucchiaio di strutto
 1 giro d'olio
350 ml acqua
 sale
 5 g lievito di birra

Per farcire
salame, provola, uova sode, pepe, parmigiano...
  • Ho impastato tutto e messo a lievitare nel primo pomeriggio
  • La sera ho formato il casatiello e messo a lievitare in frigo
  • Al mattino ho tirato fuori dal frigo e in forno a 160° ventilato per 45' circa
  • Di seguito le immagini della formazione del casatiello


1. Stendere la pasta lievitata e ungerla d'olio. Si dovrebbe usare strutto,ma ho preferito olio d'oliva 😉
2. Cospargere con abbondante salame a tocchetti e altrettanta provola. Anche uova sode (c'è chi le mette intere, io ho preferito a pezzetti)
3.Completare con formaggio grattugiato (grana, pecorino, parmigiano... quello che volete) e arrotolare
4. Mettere il salame arrotolato in uno stampo e far lievitare
5. Qui ha lievitato e va in forno

        Molto molto buono, è piaciuto a tutti!!!

Qui sotto lo vedete cotto e pronto per essere impacchettato insieme ai dolci di cui vi parlerò nel prossimo post 😋




Buona serata e a presto!

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...